corso di teatro PER BAMBINI      "incredibili noi!"

Bambini supereroi
I CORSI SI TERRANNO PRESSO LAB ARTS, VIA SANNIO 26, MILANO
(Linea MM 3, fermata Lodi TIBB).

Per prenotare una lezione prova chiama lo 02/87156820 o compila il form contatti!

--------------------------------

Parola chiave del corso è riscoperta! Sì riscoperta di tutti i sensi e del proprio corpo. I bambini tramite gli esercizi e i giochi in cui si cimenteranno, scopriranno di avere tutto un corpo e una voce a disposizione, da utilizzare per poter interagire con gli altri, per comunicare le loro emozioni e per sentire tutto il mondo là fuori. Ma soprattutto scopriranno di essere incredibili come dei super eroi, in quanto possessori di un super potere più unico che raro, quello della creatività con cui potranno trasformarsi in qualsiasi cosa desiderino. Si accorgeranno delle loro potenzialità, a volte contenute a causa del giudizio altrui. Il peso delle parole degli altri grava su di noi come un mattone e spesso non ci consente di raggiungere i risultati prefissati e di dimostrarci quanto valiamo. Grazie agli esercizi del corso, ogni partecipante avrà l’occasione di diventare molto più sicuro di se, più sicuro di esprimersi per quello che è, insomma di dire la sua senza paura.

IMPROVVISAZIONE
Gli esercizi di improvvisazione stimolano la creatività in quanto ai partecipanti viene richiesto di rappresentare degli sketch, inventando situazioni e facendo emergere diverse emozioni. Rafforzano poi il gruppo che deve continuamente cercare un equilibrio e un’intesa per rendere dinamica l’improvvisazione. Possono essere singole o di gruppo e libere o guidate.

CREATIVITÀ
Gli esercizi di questa categoria, in parte correlata con l’improvvisazione, portano il bambino a sviluppare tutta la sfera dell’immaginazione. Idee e pensieri infatti prendono vita per dare forma a personaggi, animali, oggetti, stati d’animo, suoni, storie e molto altro.

COMUNICAZIONE ESPRESSIVA
Questa materia è quella maggiormente legata alla manifestazione delle emozioni in relazione al corpo. I bambini attraverso gli esercizi di questo gruppo, diventeranno maggiormente consapevoli di come viso e corpo diventano espressione viva di un determinato stato d’animo. Questo lavoro si tramuta poi in maggiori capacità comunicative.

VOCE
Uno degli strumenti comunicativi più efficaci che il nostro corpo ci mette a disposizione è la voce in quanto supera i limiti fisici. Il bambino tramite alcuni giochi sperimenterà in che modo la sua voce può cambiare condizionata da situazioni e stati d’animo differenti e acquisirà maggiore sicurezza nel parlare davanti ad altre persone.

SENSO DEL RITMO
Il teatro si basa sul ritmo. C’è un tempo preciso per dire le battute e tempi precisi per compiere determinati gesti, movimenti e spostamenti all’interno dello spazio scenico. Sviluppare senso del ritmo porta ad una maggiore coordinazione e consapevolezza del
proprio corpo. Una parte di questo lavoro si svolgerà con la musica. I partecipanti dovranno infatti inventare ritmi e coreografie a tempo di musica. Alcuni esercizi prevedono invece, una libera espressione in cui ai partecipanti sarà richiesto di comunicare fra di loro con ritmi creati al momento.

CONSAPEVOLEZZA DEL PROPRIO CORPO: MOVIMENTO ED EQUILIBRIO
Esistiamo grazie al nostro corpo e alla nostra mente che vivono in simbiosi. Quando queste sono in equilibrio è più facile essere in pace con se stessi e di riflesso in sintonia con il resto del mondo. Oggi credo si possa affermare che prevalga la mente, essendo il corpo stato messo a riposo a causa delle nuove forme comunicative quali social network e simili. Imparare a riscoprire il corpo e ad ascoltarlo è di fondamentale importanza. I
giochi di questa categoria portano il bambino a focalizzare l’attenzione sul proprio corpo capendone limiti e potenzialità, rispettandolo, ascoltandone il peso e capendo come movimenti ed equilibri mutano in relazione a situazioni e stati d’animo differenti.

CONSAPEVOLEZZA DELLO SPAZIO CIRCOSTANTE
Non esistiamo solo in relazione al nostro corpo, ma anche in relazione allo spazio che ci circonda, dove per spazio si intende il luogo, ma anche le persone che lo “abitano”. Attraverso questi esercizi, i partecipanti focalizzeranno l’attenzione sia sullo spazio scenico che sui compagni che li circondano, imparando a condividere uno stesso spazio cercando di mantenerlo sempre in equilibrio. Per fare questo alla base c’è il rispetto e
un’attenta osservazione, requisiti che impareranno grazie al lavoro previsto.

FIDUCIA IN SE STESSI E NEL GRUPPO
Lavoro molto utile previsto dal corso, riguarda lo sviluppo di una maggiore fiducia in se stessi e nel gruppo. Tramite alcuni esercizi appartenenti a questa tipologia, i bambini potranno sperimentare quanto valgono, diventare più sicuri perché consapevoli di bastare a loro stessi in quanto individui unici e completi. Contemporaneamente però impareranno anche a sentirsi parte di un gruppo. Il legame che si instaura fra i singoli componenti è molto forte, c’è uno scambio di energie che avviene in automatico senza forzature durante gli esercizi e che alimenta e fa crescere il gruppo .

NARRAZIONE
Questa parte del lavoro è strettamente correlata alla creatività in quanto i partecipanti daranno libero sfogo alla loro immaginazione. 

Partendo dall’ascolto di un audiolibro e dalla successiva comprensione del testo, ai piccoli partecipanti verrà richiesto di rappresentarlo, dando vita ai personaggi descritti nella storia e all’ambientazione in cui questi interagiscono.

 



Il corso si concluderà con la messa in scena di uno spettacolo, risultato finale di un lavoro di gruppo che avrà come tema principale la rappresentazione delle emozioni primarie.

"PIACERE, EMOZIONI!" 
PERCORSO SULLE EMOZIONI

Il corso di teatro “Incredibili noi!”, si sviluppa all’interno di un progetto più ampio che vede protagoniste le emozioni. Qualsiasi corso di teatro prevede già un lavoro sulle emozioni, perché in fondo fare teatro non vuol dire altro che mettere in scena le diverse emozioni che i personaggi rappresentati provano in una determinata situazione. Interpretare un personaggio significa cogliere le sue “intenzioni”, parola che in gergo teatrale è proprio sinonimo di emozioni. Per cui in gran parte degli esercizi teatrali, seppur magari non in maniera diretta, il lavoro verte sulla sfera emotiva e si richiede ai partecipanti di adeguare corpo e voce proprio a una determinata emozione. Il corso “Incredibili noi!” si sofferma su un analisi più approfondita di queste emozioni. I partecipanti infatti, tramite appositi esercizi, le guarderanno una ad una da vicino per scoprire come si manifestano attraverso il corpo e la voce. Grazie al lavoro che si farà su un testo a tema per la rappresentazione dello spettacolo di fine anno, i piccoli partecipanti interpreteranno le emozioni primarie, associando ad ognuna di esse un tipo di movimento, un suono, un’espressione, un ritmo e il punto in cui per loro è collocata nel corpo. Parte del testo poi è dedicata a spiegare sommariamente in chiave comica, l’utilità di ciascuna e perché sono per noi indispensabili. Punto di forza di questo lavoro approfondito sulle emozioni, caratterizzato quindi da giochi e rappresentazioni a tema, è la capacità che i bambini sviluppano anche nella vita, di riconoscere i diversi stati d’animo non solo ascoltandosi dall’interno, ma anche facendo un percorso inverso. Infatti, osservandosi dall’esterno, impareranno ad individuare nelle loro manifestazioni corporee e vocali, le diverse emozioni che provano in quel momento.

RAPPRESENTAZIONE DI FINE CORSO
Perché scegliere di portare a termine il lavoro con uno spettacolo di fine anno e non con una semplice lezione aperta? Credo che chiudere con uno spettacolo oltre a rappresentare per i partecipanti motivo di grande soddisfazione personale, rappresenti anche un punto di arrivo, il risultato finale di un percorso svolto insieme, in cui le capacità acquisite nelle singole discipline emergono tutte insieme, mescolandosi per dare vita ad un’unica forma creativa. Le prove dello spettacolo sono poi il pretesto per fare un lavoro più approfondito sull’analisi del testo e del sotto testo, sul movimento nello spazio scenico, utile a sviluppare un senso di ritmo e di coordinazione e sull’utilizzo della voce, in quanto i partecipanti sanno poi che dovranno farsi sentire da tutti gli spettatori. E poi, infine, è la loro prima occasione di parlare in pubblico e non c’è modo migliore di abbattere le barriere fin da piccoli attraverso il gioco.

“PIACERE, EMOZIONI!” LA RAPPRESENTAZIONE
“Piacere, emozioni!” è uno spettacolo scritto e diretto da me, in cui i piccoli partecipanti hanno la possibilità di fare un percorso conoscitivo e sperimentale sulle emozioni primarie. La trama racconta di un gruppo di bambini che partono per un viaggio alla scoperta delle emozioni. Il testo è strutturato secondo uno schema che si ripete identico per ogni emozione. Lo schema è suddiviso in tre parti: presentazione emozione, improvvisazione disegni e pubblicità emozione. Durante il loro percorso infatti, i bambini conoscono le emozioni primarie, le interpretano associando a ciascuna di esse un’espressione, un movimento, un suono, un ritmo e un punto in cui per loro è collocata nel corpo, eseguono delle improvvisazioni su alcuni loro disegni a tema e infine recitano degli spot in cui le singole emozioni cercano di vendersi sottolineando i loro pregi. Lo spettacolo termina con la fine del viaggio, momento in cui i bambini salutano le emozioni riponendole delicatamente in una scatola in quanto fragili. Il loro non sarà un addio, ma un arrivederci perché sanno che le emozioni torneranno presto a trovarli.

gallery

LOCANDINA CORSO TEATRO JPEG
press to zoom
fd908db3-f4ae-4c6b-be04-2d36a89031e8
press to zoom
foto 6
press to zoom
foto cinque
press to zoom
foto tre
press to zoom
foto spettacolo
press to zoom
pianto tristezza
press to zoom
saluti finali 2
press to zoom
disegno rabbia micol 5
press to zoom
1/2